Abbiamo incaricato la nostra esperta locale di testare il maggior numero possibile di ristoranti in una sola notte al SLS Las Vegas Food & Wine Festival. Questa è la sua storia.

Come molte persone, vivo ogni giorno combattuta nel paradosso di dover scegliere tra cibo sano e cibo gustoso. Ma poi penso: "Ehi, sono a Las Vegas!” e allora mi concedo tutte le incredibili possibilità culinarie che questa città ha da offrire.

Sono andata al Las Vegas Food & Wine Festival al SLS Las Vegas con l’intenzione di accontentare la mia anima da vera foodie, ed è esattamente quello che ho fatto. Ecco alcuni dei miei indirizzi preferiti lungo il mio viaggio culinario al festival.

Il primo posto in cui mi ha portato il mio fiuto è stato il Bazaar Meat by José Andrés (SLS Las Vegas) dove mi hanno servito i gustosi sandwich “sloppy joes”, un piatto che si può trovare anche sul regolare menu di questo ristorante. Ma attenzione, non si tratta della banale sloppy joe che probabilmente potrebbe cucinarvi vostra madre, questa versione gourmet è preparata con un delicato ragu di manzo e gustose patate fritte adagiate su dell’ottimo pane al vapore. Si tratta di una ricetta semplice, ma il sapore della carne è davvero incredibile.

Subito dopo, ho scandagliato la festa fino a quando non mi sono imbattuta in Carnevino (Palazzo) - sede della portentosa costata di manzo stagionata 90 giorni. A Carnevino ho provato la leggendaria stracciatella di bufala fresca e una ricca selezione di salumi. Chiunque abbia assaggiato la stracciatella italiana sa che tipo di leccornia sia.

Per un tocco francese, ho poi visitato Payard Patisserie & Bistro (Caesars Palace), dove campeggiavano dolci e cocktail speciali preparati appositamente per l’occasione. Payard è partito dall’ispirazione dalle zuppe calde del suo ristorante per trasformarle in speciali drink, tra cui: la piňa colada calda al frutto della passione, lo champagne al rabarbaro, e cocktail al tè earl grey.

Lotus of Siam, vincitore del premio James Beard, è uno dei tesori meglio custoditi della nostra città. Questo ristorante tailandese fuori dalla Strip, è tra i favoriti degli chef più famosi come Anthony Bourdain, Andrew Zimmern, Susan Feniger, e molti altri. Non a caso, il locale si è affermato come uno dei migliori ristoranti tailandesi in America. Lo chef Saipin Chutima si ispira alle ricette tailandesi casalinghe tramandate di generazione in generazione in questa terra esotica. Durante la serata il piatto forte è stato il Khao Mun (pollo Thai con riso) e il Som Thum (insalata di papaya Thai).

L’indirizzo successivo è stato Carmine's Las Vegas (Caesars Palace), dove ho potuto assaporare due piatti: la polpetta della casa e la parmigiana di melanzane e formaggio. Questo ristorante italiano in stile familiare mira a trasformare ogni pasto in un tradizionale banchetto di nozze del Bel Paese. Questo il concetto applicato a ogni portata, che da sola varrebbe un pasto completo! Con questo grande classico italiano andrete sul sicuro.

A quel punto, con una gran voglia di frutti di mare, mi sono diretta verso Katsuya by Starck (SLS Las Vegas) e sono rimasta piacevolmente sorpresa dal Rock Shrimp Tempura Roll: gustosi gamberetti immersi in una cremosa salsa piccante su un involtino di tonno speziato. C'è qualcosa di incredibilmente elegante nel minimalismo in cucina, e gli ingredienti semplici, ma di alta qualità del Katsuya ne sono la massima espressione.

Ero particolarmente entusiasta all'idea di provare finalmente Scarpetta (The Cosmopolitan), firmato dal famoso chef Scott Conant, per la sua semplice, ma allo stesso tempo estremamente sofisticata, interpretazione della cucina italiana. Mi hanno servito ravioli alla ricotta con basilico e budino al caramello salato - entrambi deliziosi. Una curiosità: il ristorante è stato chiamato “Scarpetta” in onore della tipica usanza italiana di pulire il piatto con un pezzo di pane per gustare il pasto fino all'ultimo boccone.

Nel complesso il SLS Food & Wine Festival mi ha dato un piccolo assaggio di ciò che offre Las Vegas in quanto a buon cibo e buona cucina, ma in realtà c’è tanto altro ancora da provare e da assaporare. Las Vegas continua ad alzare il livello e la qualità dei suoi ristoranti e ogni anno di più gli chef più meritevoli del mondo riconoscono l’importanza di lasciare il proprio segno nel panorama gastronomico di Las Vegas… e io di certo non me ne posso lamentare!

LOAD MORE